lunedì 8 novembre 2010

Foggia nel libro dei record

 

Us Foggia, quando si dice macchina da record   

Bentornato a casa Foggia. Messa alle spalle la trasferta capitolina ed il pirotecnico 1 a 2 contro la Ternana, Zemanlandia riapre i battenti sul terreno amico dello Zaccheria. Di scena ci sarà la Spal, secondo e 15 punti incamerati sinora. L’impresa è tutt’altro che mastodontica per la compagine rossonera. Tanto più che, alla vigilia, i satanelli giungono con una serie di record inanellati in sole dieci giornate.

GOL FATTI E GOL SUBITI – I ragazzi di Zdenko detenevano la vetta dell’ipotetica classifica di gol realizzati fra tutti i campionati professionisti. 19 reti in 10 giornate. Nessuna sorpresa. L’attitudine all’offesa è un classico delle squadre di Zeman. L’importante non è badare a non prender gol, ma farne uno in più dell’avversario. Una filosofia calcistica spettacolare ma pericolosa, che se esalta il gioco d’attacco, lascia spesso a desiderare in fase difensiva. I terzini con licenza di far male, i centrali alti ed i portieri quasi volanti, concedono vere e proprie autostrade agli attaccanti. Così, il Foggia di Zeman, conta anche la miglior difesa con 9 reti subite.Merito, certo, anche della grande forma di Domenico Criscito mai banale.

LA FABBRICA GESTITA DALLA COOPERATIVA – Il Foggia è come un Soviet di fabbrica. Produce, produce produce. Sforna, nella fattispecie, gol a bizzeffe. Ma, quel che conta, è il gruppo. Così, questa fabbrica del gol diretta dall’uomo venuto dal freddo di Praga, va avanti grazie alla collaborazione di tutti. Ed ecco che, nella fabbrica, nasce la cooperativa del gol. Ed un altro record. Sono 12 gli operai andati a rete (uguale dell’intera stagione di serie B 1990-1991, quella della promozione in A, sempre con Mister Simpatia in panca). A parità di serie, la Spal – la squadra con il maggior numero di giocatori diversi andati a segno – è ferma a quota 9.


IL RECORD DEI RECORD – Zeman ed il Foggia sono sulla via giusta per eguagliare il record di tutti i tempi di squadra con maggior elementi in gol. Record che appartiene al Genoa 2002-2003 (che retrocesse ma che non vide l’allora serie C1 grazie alla riforma del campionato cadetto che, dalla stagione 2003-2004 divenne a venti squadre). I tre allenatori Onofri, Torrente e Lavezzini mandarono in gol ben venti giocatori. Prima e dopo nessuno ha fatto meglio dei grifoni. Ci sono andate vicine il Piacenza 2007-2008 ed il Treviso 2008-2009 (19 marcatori per entrambe) e, la passata stagione, Genoa ed Albinoleffe.

Nessun commento:

Posta un commento